Gli uffici della Fondazione sono aperti tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle 8:30 alle 13:30. Per informazioni: info@fondazionemontiunitifoggia.it
Open
X

Il Planisfero di Giuseppe Rosati. Restauro finanziato interamente dalla Fondazione

Il Planisfero di Giuseppe Rosati

Comunicati stampa

Martedì 27 ottobre 2015, alle ore 17,30 nella sala Mazza del Museo Civico di Foggia, verrà presentato il Planisfero di Giuseppe Rosati, recentemente restaurato grazie alla Fondazione Banca del Monte. Interverranno il Presidente della Fondazione Saverio Russo, la direttrice del Museo Gloria Fazia e la restauratrice Loredana Mastromartino. L’opera risale al 1788 e dà conto della sapienza di Rosati in campo geografico ma anche della sua abilità come cartografo.

Nato a Foggia il 21 settembre del 1752, Giuseppe Rosati fu studioso poliedrico, che espresse il suo ingegno in matematica, geometria, geografia -appunto- e nell’agronomia al cui progresso contribuì, sollecitando anche l’introduzione di alcune interessanti innovazioni nelle tecniche agricole del territorio in qualità di presidente della “Società di Agricoltura” di Foggia, l’istituto promosso sa Murat nell’intero Regno di Napoli e che in seguito, con la restaurazione borbonica, a Foggia sarà chiamato “Reale Società Economica di Capitanata”. Rosati, amato e rispettato nella sua città, dove ottenne importanti incarichi pubblici che gli erano stati negati nella capitale, Napoli, per squallidi favoritismi a personaggi “raccomandati” dalla corte borbonica, si spense a Foggia il primo settembre del 1814.

Il prezioso planisfero, testimonianza delle avanzate conoscenze geografiche di Rosati, è conservato nel Museo Civico di Foggia. La Fondazione Banca del Monte, rilevato il degrado dell’opera, ha provveduto a finanziare il restauro in occasione del duecentenario della morte del grande scienziato foggiano.