Gli uffici della Fondazione sono aperti tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle 8:30 alle 13:30. Per informazioni: info@fondazionemontiunitifoggia.it
Open
X

A Gianfranco Viesti il Premio Menichella 2017. IV edizione del riconoscimento ideato da Fondazione Monti Uniti e Banca d'Italia

A Gianfranco Viesti il Premio Menichella 2017

Comunicati stampa

Mercoledì 20 dicembre 2017, alle ore 18 nella sala “Rosa del Vento” in via Arpi 152 a Foggia, si terrà la cerimonia di conferimento del IV Premio Donato Menichella, onorificenza istituita dalla Fondazione dei Monti Uniti di Foggia in collaborazione con la Banca d’Italia, nell’ambito delle Giornate Economiche del Mezzogiorno, quale riconoscimento a quei professionisti e a quelle istituzioni che con la propria opera hanno contribuito allo sviluppo culturale, sociale ed economico del meridione italiano.

A ricevere il premio Menichella 2017 sarà il professor Gianfranco Viesti, ordinario di Economia applicata presso il Dipartimento di Scienze politiche dell’Università di Bari.

Alla cerimonia prenderanno parte il presidente della Fondazione dei Monti Uniti, Aldo Ligustro, e il direttore della Banca d’Italia – Succursale di Foggia, Maurizio Mincuzzi; in programma gli interventi del presidente nazionale di Fedagri, Giorgio Mercuri, che relazionerà sul tema “L’Unione europea e le politiche per la filiera agroalimentare”, e di Gianfranco Viesti, che chiuderà la serata descrivendo i possibili scenari de “Lo sviluppo del Mezzogiorno d’Italia nella nuova Europa”.

“Dopo Paolo Mieli, Romano Prodi e Paolo Baratta, siamo oltremodo entusiasti di assegnare il IV Premio Menichella al professor Gianfranco Viesti, – dichiara in una nota il presidente della Fondazione, Aldo Ligustro – pugliese di razza che ha dato lustro alla nostra terra attraverso un’intensa attività personale e professionale che non conosce sosta. Docente, ricercatore, consulente, amministratore, pubblicista: un impegno a tutto campo sempre rivolto alla comprensione dei problemi economici ed allo studio dei modelli di sviluppo possibili”.

“Ringrazio la Banca d’Italia, ed in particolar modo il direttore della filiale foggiana, il dottor Mincuzzi, per la determinazione con cui continuano a condividere con la Fondazione questo percorso. Le Giornate Economiche del Mezzogiorno – conclude il presidente Ligustro – rappresentano un momento di riflessione importante per la Capitanata, specie in questo tornante storico: quando un territorio afflitto da noti e secolari problemi è chiamato ad affrontare le sfide poste dalla modernità”.

Gianfranco Viesti è nato a Bari il 9.8.1958, dove ha vissuto sino al 1977 ed ha conseguito il diploma di maturità scientifica. Si è poi laureato nel 1982 con lode in economia politica all’Università Bocconi (dopo un soggiorno di studio presso la New York University). Fra il 1982 e il 1991 ha vissuto e lavorato a Milano presso il Centro Studi sui processi di Internazionalizzazione della Bocconi, l’Istituto per la ricerca sociale e l’ISPI. In quel periodo ha svolto attività seminariale nella stessa Bocconi, ha insegnato presso la facoltà di Scienze Politiche “C. Alfieri” dell’Università di Firenze e il Libero Istituto “Carlo Cattaneo” (LIUC) di Castellanza (VA). Dal 1991 ha insegnato all’Università di Foggia e nelle facoltà di Economia e di Scienze politiche dell’Università di Bari, dove è professore ordinario di Economia applicata.

Svolge un’intensa attività di ricerca su temi economici sia in ambito universitario e presso l’istituto di ricerche Cerpem, sia in collaborazione con istituzioni di ricerca nazionali ed internazionali. Ha svolto attività di ricerca su molti temi dell’economia italiana ed internazionale: sui problemi del commercio estero, dell’attività delle imprese multinazionali, del trasferimento di tecnologie, della ricerca e dello sviluppo; sullo sviluppo di diversi settori industriali; sui modelli di sviluppo locale e sui distretti industriali; sullo sviluppo delle aree arretrate in Italia e in Europa; sulle politiche dell’Unione Europea, con particolare riferimento alle politiche di coesione.

Ha lavorato in molte occasioni con l’Ocse, la Banca Mondiale e l’Unido (in diversi paesi esteri, specialmente in America Latina e in Asia), e a più riprese con il governo italiano, governi regionali e istituzioni locali alla definizione di politiche di sviluppo locale e regionale. Ha tenuto conferenze e lezioni, oltre che in molti paesi europei, in Giappone, Stati Uniti, Messico, Brasile, Argentina e Cile.

Nel 1998-2000 è stato consigliere economico di Fabrizio Barca, capo del Dipartimento per le politiche di sviluppo e di coesione del ministero del Tesoro, bilancio e programmazione economica. Nel 1999 ha presieduto la commissione per la redazione del Piano d’azione nazionale per l’occupazione. Nel 1997-98 ha fatto parte del Consiglio degli esperti economici del presidente del Consiglio Romano Prodi. Dal maggio 2002 al giugno 2007 è stato consigliere reggente della sede della Banca d’Italia di Bari. Nell’autunno 2005 ha coordinato la sezione “Mezzogiorno” del programma della coalizione di centrosinistra per le elezioni politiche del 2006. Dal 2006 al 2009 è stato presidente dell’Arti, l’Agenzia per la tecnologia e l’innovazione della Regione Puglia. Dal maggio 2007 all’aprile 2010 ha fatto parte del Consiglio di amministrazione della Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. Dal luglio 2009 all’aprile 2010 è stato Assessore al Mezzogiorno e al Diritto allo studio della Regione Puglia. Dal marzo 2011 al febbraio 2013 è stato Presidente della Fiera del Levante. Dal 2011 è consigliere di amministrazione indipendente della Banca Popolare di Bari e dal 2014 della società Exprivia SpA.

E’ membro dell’associazione “Il Mulino”. Fa parte del Comitato di direzione della rivista “il Mulino”, del Comitato di indirizzo della Fondazione ItalianiEuropei, dei comitati scientifici di Nomisma, di Legambiente, di SRM (Studi e ricerche per il Mezzogiorno), della Fondazione RES, dei comitati di redazione delle riviste “Politica Economica”, “Economia dei servizi” e “Italianieuropei”. È membro della Società italiana degli economisti, della Società italiana di economia e politica industriale, dell’Associazione Rossi – Doria.

Svolge un’intensa attività pubblicistica collaborando regolarmente con “Il Mattino”. E’ stato editorialista del “Sole 24 Ore”, “Avvenire”, “la “Gazzetta del Mezzogiorno”.