Gli uffici della Fondazione sono aperti tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle 8:30 alle 13:30. Per informazioni: info@fondazionemontiunitifoggia.it
Open
X

Savino Russo, quarant’anni di grafica. Il video della mostra

Savino Russo, quarant’anni di grafica

Multimedia

Confesso che ho disognato. Quarant’anni di grafica è il titolo della mostra organizzata dalla Fondazione Banca del Monte di Foggia in ricordo dell’amico e collaboratore Savino Russo, grafico foggiano appassionato di storia e di pratiche devozionali locali, prematuramente scomparso lo scorso novembre, inaugurata sabato 24 gennaio 2015.

La mostra, curata da Gaetano Cirstino, è costituita da una serie di pannelli che sintetizzano la sua attività di grafico, in una sorta di rassegna per temi, che si conclude con quindici “tavole anatomiche” dove ogni organo umano è riprodotto perfettamente, con l’aggiunta di elementi che ne esplicitano in maniera ironica la funzione o gli acciacchi più ricorrenti. Una sorta di ritorno alle origini, dal momento che mentre cercava la sua strada, dopo gli studi liceali, aveva iniziato proprio a coltivare la grafica disegnando tavole anatomiche per i suoi professori alla Facoltà di Medicina di Padova.

Il titolo e l’allestimento erano stati scelti personalmente dell’autore, proprio in previsione di una possibile esposizione, quando era ancora in vita. “Confesso che ho disognato -ha detto il critico d’arte Cristino- è un titolo che aveva mutuato da Pablo Neruda: Confesso che ho vissuto. Era probabilmente un modo per dirmi che aveva consapevolezza del precipitare degli eventi ma che sapeva di aver vissuto con pienezza”.

La mostra, in cui saranno esposti anche alcuni disegni originali di Savino Russo oltre a materiale documentario, rimarrà aperta fino al 4 febbraio 2015 con i seguenti orari: dal lunedì al sabato, 9,30-12,30; 17,30-20,00.