Gli uffici della Fondazione sono aperti tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle 8:30 alle 13:30. Per informazioni: info@fondazionemontiunitifoggia.it
Open
X

Presentazione del Progetto Memoria. La proposta della Fondazione alle scuole foggiane

Presentazione del Progetto Memoria

Comunicati stampa

E’ in programma il 29 gennaio prossimo, alle 17.30, nella sala “Rosa del Vento” della sede della Fondazione Banca del Monte di Foggia, una giornata di incontro con dirigenti e docenti delle scuole del capoluogo, durante la quale il presidente, prof. Saverio Russo, illustrerà le iniziative del Progetto Memoria che l’istituzione cittadina, in collaborazione con la casa editrice Edizioni del Rosone di Foggia, ha organizzato in occasione del centenario della I Guerra Mondiale.

Già negli anni scolastici dal 2010/’11 al 2012/’13, la Fondazione aveva promosso, in collaborazione con le Edizioni del Rosone di Foggia, un progetto rivolto alle scuole secondarie di I grado e incentrato sulle memorie e testimonianze della II Guerra Mondiale esistenti sul territorio. Lo scorso anno, la Fondazione aveva dedicato un incontro al tema della I Guerra Mondiale: relatori, per l’occasione, furono il prof. Stefano Picciaredda, docente di Storia contemporanea presso l’Università di Foggia; il dott. Alessandro Scillitani, regista e collaboratore di Paolo Rumiz nella realizzazione del docufilm “L’albero tra le trincee”, sui luoghi della guerra, e il prof. Eusebio Ciccotti, docente di Storia del Cinema presso l’Università di Foggia. Il progetto di quest’anno coinvolge ancora una volta docenti e alunni delle scuole foggiane. Nei prossimi giorni, alle classi terze delle scuole secondarie di I grado sarà inviato materiale utile a:

– sollecitare la riflessione di studenti, docenti e famiglie su eventi e conseguenze della Prima Guerra Mondiale sul nostro territorio e degli abitanti della provincia;
– studiare il patrimonio storico-culturale del nostro territorio (monumenti, musei, biblioteche, archivi) sempre in relazione al periodo considerato;
– ridare vita a foto, immagini, canzoni, filastrocche, libri, proclami, avvisi, giornali, diari, cartoline, lettere (magari conservate, dimenticate in qualche cassetto) che mettano in primo piano quegli scrittori umili, soldati e civili, che negli anni della guerra le scrissero;
– raccogliere ricordi e racconti di persone, scrigni preziosi di memoria individuale e collettiva.

“Un progetto didattico”, ha scritto il presidente della Fondazione, “varato nella consapevolezza che la conoscenza storica possa aiutare giovani e meno giovani a “non dimenticarsi di ricordare”, ad accogliere testimonianze, a trasmettere la memoria, a vivere il presente con gli occhi aperti su quanto accade, con la volontà di capire e sostenere il proprio ruolo nella società con determinazione e capacità di giudizio”.

Durante l’incontro di giovedì prossimo, sarà anche presentata la rassegna intitolata “Il Cinema racconta la Grande Guerra” curata da Eusebio Ciccotti e Saverio Russo: sei film dedicati alla I Guerra Mondiale che saranno proiettati tra il 9 marzo e il 7 aprile prossimi nella sala “Rosa del Vento”. Dopo le proiezioni sono in programma dibattiti sui temi trattati nei lungometraggi.
A conclusione della serata del 29, l’architetto Gianfranco Piemontese presenterà la ricerca che ha condotto sui monumenti eretti nei comuni di Capitanata in ricordo del primo conflitto mondiale. Il lavoro (suddiviso in due parti) è già pubblicato e scaricabile sul sito della Fondazione.