Gli uffici della Fondazione sono aperti tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle 8:30 alle 13:30. Per informazioni: info@fondazionemontiunitifoggia.it
Open
X

A #Foggiadialoga l’immaginario delle Crociate. Dalla liberazione di Gerusalemme alla guerra globale

A #Foggiadialoga l’immaginario delle Crociate

Comunicati stampa

Nuovo appuntamento, giovedì 19 maggio, alle ore 18.30, nell’Auditorium Santa Chiara, con “#Foggiadialoga. Il piacere di capire”, ciclo di incontri organizzato in collaborazione da Fondazione Banca del Monte, Fondazione “Apulia Felix” e libreria “Ubik” di Foggia e finalizzato a portare nel capoluogo dauno alcune delle personalità più importanti del mondo della saggistica italiana.

Il prof. Francesco Violante, ordinario di Storia Medievale presso l’Università di Foggia, e il prof. Antonio Brusa, già docente di Didattica della Storia presso l’Ateneo di Bari, presenteranno il libro “L’immaginario delle Crociate. Dalla liberazione di Gerusalemme alla guerra globale”, di Pedro Garcìa Martìn, tradotto e adattato a cura del prof. Saverio Russo e edito nel 2016 per la collana di studi storici “Mediterranea” della Edipuglia di Bari.

Il volume

Lo studio di Pedro García Martín è dedicato alle crociate per tutta la loro durata storica, passando attraverso l’individuazione di tre fasi cronologiche distinte. Una classica, che va dall’appello del papa Urbano II nel 1095 alla morte di San Luigi nel 1270, nel quale si tennero otto campagne per liberare Gerusalemme. Una moderna, collocabile tra la caduta di Costantinopoli nel 1453 e il secondo assedio di Vienna del 1683, durante la quale i due rami della famiglia Asburgo frenarono l’avanzata turca. Una terza, contemporanea, che arriva fino ai giorni nostri, in una forma distorta del concetto originale, adottata dagli estremisti nelle loro azioni armate e dal linguaggio subliminale della pubblicità.

Pedro Garcìa Martìn

È professore di Storia Moderna presso l’Università Autonoma di Madrid e scrittore. Come storico ha pubblicato, tra gli altri, i seguenti libri: “El Monasterio de San Benito El Real de Sahagún en la época moderna” (1985); “La Ganadería Mesteña en la España Borbónica” (1988); “El mundo rural en la Europa moderna” (1989); “Cañadas, cordeles y veredas” (1991); “Por los caminos de la trashumancia” (1994); “La Cruzada Pacífica. La peregrinación a Jerusalén de don Fadrique Enríquez de Ribera” (1997); “Imagines Paradisi. Historia de la percepción del paisaje en la Europa moderna” (2000); “Paisajes de la Tierra Prometida” (2001); “La péñola y el acero. La idea de Cruzada en la España del Siglo de Oro” (2004); “Álbum del Quijote” (2004); “El Quijote en la cultura popular” (2005); “Cervantes y Lope de Vega. Vidas cruzadas” (2007) e “Historia visual de las Cruzadas modernas. De la Jerusalén libertada a la guerra global” (2010).

Come scrittore ha pubblicato i racconti: “Los comuneros” (1990), “La casa verde” (1992) e “El agua de la serranía” (1993). Ma anche i romanzi: “Ruter el Rojo. Un aventurero entre los Austrias y los Borbones” (EDHASA, 2005), vincitore del XII Premio letterario “Ciudad de Salamanca” e la raccolta di racconti “El linternista vagamundo y otros cuentos del cinematógrafo” (A. Machado Libros, 2011).