Gli uffici della Fondazione resteranno chiusi dal 27 al 29 dicembre. Buon Natale e felice anno nuovo!
Open
X

STORIA. Dal 1588 ai giorni nostri

1939759_647366911977150_2095637274_o1

La Fondazione dei Monti Uniti di Foggia è la continuazione ideale della Banca del Monte di Foggia “Domenico Siniscalco-Ceci” Monte di Credito su Pegno, già Monti Uniti di Credito su Pegno “Domenico Siniscalco-Ceci” di Foggia, che traggono la loro origine dal Pio Monte di Santa Maria della Pietà, fondato per disposizione testamentaria della signora Rosa Del Vento nel 1587 “a pro dei bisognosi, a fine potessero impegnare senz’interesse alcuno, con farne di più qualche maritaggio di povere zitelle honeste et virtuose ogn’anno, e constituire una cappellania d’una messa il giorno per l’anima propria e dei defunti suoi”.

Il Pio Monte fu eretto in ente morale con Regio assenso del 26 aprile 1588 e, due secoli dopo, con ordinanza sovrana del 26 giugno 1797, fu unito ad altri sei monti istituiti nel secondo Settecento dei Giovanni Perla (17 maggio 1764), Ottavio Rajti (26 febbraio 1777), Emilia Morrone (22 gennaio 1782), Emilia Minossi (9 dicembre 1783), Vitantonio Della Croce (9 agosto 1788) e Vincenzo Nannarone (16 giugno 1792).

Per i sette Monti si sentì subito l’esigenza di una sede più ampia di quella della casa di Rosa del Vento, insufficiente e pericolante. Una sede unica, autonoma e capace, fu individuata da G.B. Filiasi, unico amministratore dei Monti uniti, nel luglio del 1797, in una casa dei Padri Celestini di S. Severo, posta in via Arpi. Qui fu inaugurata la nuova Cappella dei Pii Monti di Foggia, intitolata a S. Maria della Pietà per la presenza sull’altare di un quadro della Pietà. Successivamente, nel 1907, i Monti Uniti accolsero il lascito, da parte di un sacerdote, don Orazio Rotundi, di un patrimonio di più di 35.000 lire. Nel 1937 la nobildonna Anna Maria Ceci, vedova Baldassarre Siniscalco, legò ai RR. Monti Uniti di Foggia l’intero palazzo di via Garibaldi, con la inamovibile condizione che gli stessi fossero intestati al nome del figlio, prematuramente scomparso, Domenico Siniscalco Ceci. La denominazione mutò, poi, per effetto delle disposizioni di legge che si sono susseguite nel tempo, in Monti Uniti di Credito su Pegno di Foggia, in Banca del Monte di Foggia Monte di Credito su pegno e quindi, semplicemente, Banca del Monte di Foggia, con intestazione sempre a “Domenico Siniscalco Ceci”.

La Banca del Monte di Foggia ha scorporato la propria azienda bancaria, conferita alla Banca del Monte di Foggia S.p.A., con atto rogato in data 19 dicembre 1994, assumendo la veste giuridica di Fondazione, persona giuridica privata senza fini di lucro, con piena autonomia statutaria e gestionale. Si legge nell’atto: “Nella continuità dello scopo originario e con riferimento principale al territorio nel quale ha operato la Banca del Monte di Foggia, la Fondazione opera attraverso la definizione di propri programmi e progetti di intervento da realizzare direttamente o tramite la collaborazione di altri soggetti pubblici o privati; con riferimento a finalità di interesse pubblico o di utilità sociale persegue fini nei settori della ricerca scientifica, dell’istruzione, dell’arte, della cultura, nonché a finalità di beneficenza, di assistenza e pubblica utilità”.

Presidenti

sabiniNato a Napoli il 12 marzo 1934, laureato in giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Napoli, direttore della filiale di Foggia della Banca d’Italia dal 1986 al 1993, nel settembre 1993 è stato nominato Presidente della Banca del Monte di Foggia “Domenico Siniscalco Ceci”. Dopo la scissione, nel 1995, della Banca del Monte nei due Istituti, Fondazione Banca del Monte e Banca del Monte di Foggia s.p.a., ha esercitato provvisoriamente le funzioni di presidente in entrambi gli enti fino al maggio del 1997.
E’ scomparso nell’agosto del 2013.
muscioNato ad Orsara di Puglia nel 1943, laureato in Scienze Agrarie presso l’ Università di Bari, è stato professore ordinario di Zootecnia speciale presso la Facoltà di Agraria dell’Università di Basilicata e, dal 1999, Prorettore e poi primo Rettore dell’Università di Foggia fino al 2008. E’ stato Presidente della Fondazione Banca del Monte di Foggia dal 1998 al 2001.E’ stato Presidente della Fondazione Banca del Monte di Foggia dal 1998 al 2001.E’ stato Presidente della Fondazione Banca del Monte di Foggia dal 1998 al 2001.E’ stato Presidente della Fondazione Banca del Monte di Foggia dal 1998 al 2001.
Nato a Foggia il 14 Luglio 1950, laureato presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’ Università di Bari, di professione avvocato, è stato consigliere comunale e assessore al Comune di Foggia, dal 1993 al 1995. E’ stato Presidente della Fondazione Banca del Monte di Foggia dal 2001 al 2013. Recente è la nomina a Presidente dell’Accademia delle Belle Arti di Foggia per il triennio 2015-2018.

 

 

russo saverioNato a Margherita di Savoia il 17 febbraio 1954, professore ordinario di Storia moderna presso l’Università di Foggia, già direttore del Dipartimento di Studi umanistici di questa Università, è stato Presidente della Fondazione dal 2013 al 2017.Nato a Margherita di Savoia il 17 febbraio 1954, professore ordinario di Storia moderna presso l’Università di Foggia, già direttore del Dipartimento di Studi umanistici di questa Università, è Presidente della Fondazione dal 2013.Nato a Margherita di Savoia il 17 febbraio 1954, professore ordinario di Storia moderna presso l’Università di Foggia, già direttore del Dipartimento di
Nato a Grotteria (Rc) il 28 settembre 1956, è laureato in Scienze Politiche, indirizzo economico-internazionale. Dal 1998 è docente (prima come Professore associato, poi, dal 2001, come Professore ordinario) presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Foggia di cui, dal 1° novembre 2013, è anche Direttore.